Cannella: profumo speziato d’Oriente

Cannella: profumo speziato d’OrienteLa cannella è un albero sempreverde nativo dello Sri Lanka con tempo diffuso nei vari paesi tropicali.

Esistono due tipi della Cannella conosciuta e usata in cucina come spezia: Cinnamomum verum e Cinnamomum cassia. La migliore è la cannella verum.

La cassia, più economica e più venduta, ha un maggior contenuto di cumarina – sostanza sospetta dell’azione tossica per il fegato e il tessuto renale ma solo se consumata in quantità elevate.

La cannella possiede diverse proprietà terapeutiche utili per il nostro organismo.

Contiene tannini, una serie di alcaloidi tra i quali spiccano eugenolo e aldeide cinnamica che lo raffigura un buon antispastico, con potere antisettico e antidolorifico.

Inoltre gli studi condotti, su un campione di pazienti affetti da diabete II, hanno dimostrato il suo ruolo nell’agevolare l’abbassamento dei livelli del glucosio nel sangue.

Scientificamente gli è stata anche riconosciuta la capacità di abbassare il colesterolo e i trigliceridi nel sangue con effetto positivo sull’ipertensione.

Nel 2011 è stata pubblicata, dai ricercatori dell’Università di Tel Aviv (dott. Michael Ovadia) su Plos One, notizia riguardante un estratto della cannella capace di inibire lo sviluppo della malattia di Alzheimer su topi geneticamente modificati.

Dopo questa importante scoperta, i membri del Rush University Medical Centre hanno proseguito nella ricerca ed hanno individuato un metabolita della cannella, il benzoato di sodio, che potrebbe invertire e annullare trasformazioni biochimiche, cellulari e anatomiche a livello centrale di chi soffre della malattia di Parkinson.

 

Questo articolo è disponibile anche in: Polacco

Author: Rita

Share This Post On
;