Miele: il dolce sapore della salute

Miele: il dolce sapore della saluteMIELE – meravigliosa creatura dal sapore fantastico.

Il Miele ha tante virtù terapeutiche. Il suo impiego come alimento e medicinale risale ai tempi della scrittura geroglifica.
Per millenni è stato decantato comecibo degli dei e adoperato per curare vari disturbi digestivi o di pelle (piaghe, ferite). Per ogni caso specifico si selezionava un idoneo tipo di miele, che poteva essere o di frutta, di fiori, di ortaggi o di cereali.

È sicuramente un dolcificante più sano dello zucchero raffinato perché contiene i monosaccaridi: fruttosio e glucosio.

Il fruttosio è una fonte di energia per il corpo che può essere usata a lungo termine. Di fatto, per diventare biodisponibile, deve essere prima trasformato in glucosio e poi in glicogeno che è immagazzinato in fegato. Per questo motivo ha trovato anche un posto nella dieta degli atleti, fornendo a loro l’energia protratta nel tempo, come ad esempio durante le gare o allenamenti.

È una fonte naturale di:

  • alcuni oligoelementi (rame, ferro, iodio, manganese, silicio, cromo),
  • vitamine (A, E, K, C, gruppo B, acido pantotenico, biotina),
  • enzimi (invertasi, glicosidasi).

Ha proprietà battericide, per la presenza di acido formico e derivati di acido caffeico, e antibiotiche per il contenuto di gramicidina. Tali sostanze giustificano il suo utilizzo come disinfettante naturale.

Infine possiede numerosi flavonoidi che lo rendono un ottimo antiossidante.

 

Questo articolo è disponibile anche in: Polacco

Author: Rita

Share This Post On
;