Osteoporosi: cosa merita sapere su farmaci prescritti

Osteoporosi: cosa merita sapere su farmaci prescritti

Sempre più spesso si può sentire la diagnosi… Osteoporosi (!) e sempre più spesso colpisce le persone più giovani.

L’osteoporosi si comincia a percepire come una delle malattie della civiltà.

Il tessuto osseo è in continua mutazione, come tutte le cellule del nostro corpo.
Gli osteoblasti costruiscono le nuove cellule mentre gli osteoclasti rimuovono le cellule ossee vecchie e danneggiate. Quando la rimozione delle cellule vecchie supera l’incorporazione di quelle nuove, vi è un indebolimento delle ossa. A questo punto esiste il problema dell’osteoporosi.

Come si cura?

Trattamento dell’osteoporosi è lungo e inefficiente.

Lo scopo della terapia è di rallentare l’azione degli osteoclasti, preposti alla rimozione delle cellule danneggiate, in modo da favorire la guarigione dell’osso.

Ti è mai capitato di leggere gli effetti collaterali dei farmaci per l’osteoporosi?

Prendiamo in esame la molecola più usata di ultima generazione: i Bifosfonati e vediamo insieme che conseguenze comporta.

Irritazioni, infiammazioni, ulcerazioni, perforazioni esofagee o a livello del tratto gastrointestinale. Sindrome dolorosa a carico dell’apparato muscolo scheletrico talvolta con seguiti invalidanti: mal di schiena, dolore alle braccia o alle gambe. Eruzioni cutanee anche gravi (per fortuna rare ma purtroppo ogni tanto si vedono!) come ad esempio sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi epidermica tossica. Disfunzioni a carico dell’apparato renale. Non dimentichiamo che tutti i bifosfonati sono tossici per i reni! Ecco perché è importante il monitoraggio periodico della creatinina nel corso della terapia. Infezioni della vescica. Stati febbrili.

Un’altra casualità rara ma pur sempre esistente (0,8%-12% dei casi e se vuoi non tanto rara!) è l’Osteonecrosi a carico della mandibola. Complicanza che sfocia in una patologia dolorosa e invalidante in seguito alla distruzione dell’osso. Fratture atipiche a carico del femore (abbastanza frequente!).

A questo punto, valutando benefici e rischi, probabilmente siamo arrivati alla conclusione… che è meglio avere l’osteoporosi!

Latte e calcio.

C’è la convinzione diffusa che bere latte previene l’osteoporosi – è sicuramente al contrario.

Nei paesi dove si registra il più alto numero di casi dell’osteoporosi, anche il consumo di latte e di calcio nei prodotti alimentari è molto più alto.”  Dott. Amy Lanou, Senior Scienziata Nutrizionista per il Comitato dei Medici per una Medicina Responsabile.

La Dott. Lanou è impegnata nelle numerose campagne che hanno come obiettivo la promozione di una buona e sana nutrizione. Inoltre, regolarmente pubblica proprie ricerche sul rapporto che intercorre tra i prodotti lattiero-casearii e l’influenza che hanno sulla salute.
Nel British Medical Journal, è possibile trovare studi che dimostrano che l’assunzione di preparati di calcio, non ha migliorato la resistenza ossea. Mentre aumenta la produzione di calcificazione nelle arterie e può causare infarto, ictus.

L’Agenzia degli Stati Uniti per Food and Drug Administration (FDA) afferma che il calcio è utile solo per il periodo di crescita ossea (!) Più tardi, NO!

Metodi naturali contro l’osteoporosi.

In Giappone, in genere, non esiste problema con l’osteoporosi. Perché?

Questo succede perché in cucina Giapponese il consumo del latte è minimo mentre abbonda il consumo di soia fermentata con Bacillus Subtilis – “natto”, noto per i suoi effetti positivi sul sistema cardiovascolare.
Questo prodotto è estremamente ricco di vitamina naturale K2. In natto è presente anche un potente enzima fibrinolitico, nattochinasi, in grado di sciogliere i coaguli contemporaneamente impedendo una loro formazione (molto più efficace e più sicuro di aspirina). Regola il colesterolo e riduce la pressione sanguigna.
Il natto è utile anche per la perdita di peso, utilizzandolo purifichiamo l’intestino dalle tossine, supportiamo microflora batterica intestinale e il metabolismo.

 

Questo articolo è disponibile anche in: Polacco

Author: Rita

Share This Post On
;